sabato 12 giugno 2010

Le balle di Berlusconi (refresh)

Ancora oggi Berlusconi ha rispolverato la storiella della Corte Costituzionale che gli impedirebbe di fare le leggi che servono al Paese: "La mia esperienza di anni di aggressioni giudiziarie dimostra che questi giudici sono perfettamente consapevoli e sanno molto bene ciò che vogliono: il loro obiettivo è quello di rovesciare per via giudiziaria il risultato elettorale, il voto degli italiani. Non solo. Quando una legge votata dalla nostra maggioranza non è da loro condivisa la impugnano, la portano davanti alla Corte costituzionale che è costituita da una maggioranza di giudici di sinistra e ne ottengono l'abrogazione" (traggo da Repubblica, non posso linkare dal sito www.forzasilvio.it perché non sono loggato, né intendo farlo).

Una storiella facilmente smascherabile se la stampa italiana invece di asservirsi o partire lancia in resta fosse abituata a rispondere con i fatti, i numeri, le cifre.
Per quanto mi riguarda, ne scrissi già tempo fa.

http://nonunacosaseria.blogspot.com/2010/03/le-balle-di-berlusconi.html

Nessun commento:

Posta un commento